Cosa vedere a Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti

PortoVenere, la perla del Golfo dei Poeti-porticciolo-palazzata al mare-Golfo dei Poeti-Porta del Borgo-Torre Capitolare-Castello Doria

Cosa vedere e assaporare nel borgo patrimonio Unesco del Golfo dei Poeti

Stai per prenotare un viaggio in Liguria, ma sei indeciso su quali luoghi visitare? Allora leggi qui e scopri cosa vedere a Portovenere e inseriscilo nel tuo itinerario.

Portovenere è un bellissimo borgo del Golfo dei Poeti, a pochissimi chilometri da La Spezia. Il suo nome deriva dalla presenza in antichità, sul suo promontorio, di un tempio dedicato a Venere.  Qui un’antica tradizione affermava che la dea fosse nata dalla spuma creata dalle onde che sbattevano sugli scogli. Sia per la bellezza delle sue architetture, sia per la bellezza dei suoi panorami che coniugano mare, ma anche bellissimi declivi collinari, è diventata una delle mete preferite dei turisti ed è entrata a far parte, insieme alle Cinque Terre, dei siti patrimonio dell’Umanità Unesco. Continua a leggere e scopri insieme a noi i motivi del suo successo!

Consigli per il posteggio

Il nostro itinerario inizia con un consiglio pratico! Se non puoi fare a meno dell’auto ti consigliamo di lasciarla nei parcheggi più lontani dal centro storico. Lì costano meno e comunque la passeggiata sul lungo mare è molto piacevole e regala scorci veramente splendidi. Se invece alloggi in uno dei paesi vicini, ti consiglio o di arrivarci in autobus da La Spezia o in traghetto dalle Cinque Terre e da Lerici.

Cosa vedere a Portovenere: la Torre Capitolare, Porta del Borgo e la Chiesa di San Lorenzo

Una volta giunti nei pressi del porticciolo, si notano immediatamente le mura che circondano in gran parte il borgo. Esse furono costruite dai Genovesi durante le guerre che la videro confrontarsi con Pisa per la supremazia della zona nel XII secolo. Le mura, quindi, assieme alle vecchie case e agli stretti carruggi, permettono veramente di fare un salto di quasi mille anni indietro nel tempo.

Prima di entrare nella parte antica del borgo, però, non si può non fermarsi ad ammirare la figura imponente e severa della Torre Capitolare, addolcita solamente dalle bifore e trifore che si distribuiscono sulle quattro facciate. A questo punto, per entrare nel centro storico, bisogna attraversare la porta principale, detta Porta del Borgo. Su di essa  è presente un’epigrafe su cui è inciso Colonia Januensis AN 1113, mentre in un’edicola nella facciata interna c’è un affresco raffigurante la Madonna Bianca, patrona del paese.

Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti-Porta del Borgo-Portovenere-Golfo dei Poeti
Porta del Borgo (Credit to Matteo Marongiu)

Di qui si è investiti da un’atmosfera particolare e molto suggestiva, che ti spinge ad esplorare tutti i carruggi e le numerose scalette. Girovagando tra i vicoletti di Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti, giungerai alla Chiesa di San Lorenzo, una bella chiesa romanica costruita del 1130. Situata in una zona panoramica eccezionale, da lì si può vedere un ottimo panorama e magari riposarsi un po’ nel parco adiacente.

Portovenere,la perla del Golfo dei Poeti- Chiesa di San Lorenzo-Golfo dei Poeti-Mare-Panorama
Chiesa di San Lorenzo e Panorama sul Golfo dei Poeti (Credit to Matteo Marongiu)

Cosa vedere a Portovenere: il Castello Doria e la Chiesa di San Pietro

Giusto a pochi passi c’è il Castello Doria, la grande fortezza che domina il borgo e che dalle dimensioni fa intuire quanto tenessero i Genovesi a questo porto. Ad oggi è visitabile e ospita durante l’anno numerose mostre d’arte, e anche da qui si può ammirare  il Golfo e la rigogliosa Isola Palmaria.

Nella discesa per tornare verso il porticciolo, incontrerai i resti di due torri di avvistamento cilindriche, usate in passato anche come mulini a vento. Qui non si può che rimanere senza fiato alla vista del promontorio su cui è posta la Chiesa di San Pietro. Il mare cristallino che la circonda su tre lati e la spuma delle onde che si infrangono sugli scogli sottostanti la rendono un luogo veramente romantico, tanto da essere stata d’ispirazione a molti poeti. Tra essi i più famosi sono Petrarca, Montale e soprattutto Lord Byron. Si dice, infatti, che spesso il poeta inglese si rifugiasse nella Grotta Arpaia, un piccolo antro nei pressi del promontorio, per scrivere i suoi versi.

Portovenere, la Perla del Golfo dei Poeti- Chiesa di San Pietro-Promontorio-Golfo-Mare-Grotta arpaia-
Chiesa di San Pietro a Portovenere vista dai Mulini (Credit to Matteo Marongiu)

La chiesa dal mare sembra quasi un castello, con la torre e le mura che costeggiano la scalinata che la collega al paese. In realtà, avvicinandosi si vedono chiaramente le caratteristiche di una chiesa in stile gotico genovese a fasce di pietre bianche e nere alternate. Alle struttura si aggiunge un bellissimo porticato che riserva un bellissimo panorama sulle Cinque Terre.

Ritornando verso il porticciolo costeggiando le mura, si giunge alla Palazzata a Mare, una catena di vecchie case coloratissime costruite sul lungo mare. A una prima occhiata sembrano le tipiche case della Riviera Ligure, ma in realtà hanno una particolarità: sono letteralmente appese alla roccia! Infatti sono per metà costruite al piano del lungomare e per metà sulla roccia, su cui corre parallela la via principale di Portovenere.

Cosa vedere a Portovenere: escursioni e percorsi fuori dal Centro Storico

Una volta finito di visitare il centro storico di Portovenere, se non sei ancora stanco, potresti fare il “Giro delle Isole”, un’escursione in battello intorno alle isole di Palmaria (a cui è legata una curiosa leggenda sulla sua nascita, di cui parliamo in questo articolo), Tino e Tinetto, grazie a cui  potrai ammirare la loro natura selvaggia e le loro grotte. Oppure potresti visitare la Villa Romana del Varignano nella frazione Le Grazie, un altro interessante esempio di come la zona fosse già frequentata in antichità.

Se la tua permanenza fosse più lunga di una giornata e fossi amante delle escursioni a piedi, devi assolutamente sapere che esistono due percorsi veramente spettacolari: Il primo è Il Periplo dell’Isola Palmaria, che si snoda lungo i sentieri che dalla costa conducono all’interno. Il secondo è il sentiero 1 del CAI, che conduce da Portovenere a Campiglia e ti permetterà di avere suggestive visioni di boschi e rocce che quasi si tuffano in mare grazie al declivio.

Inoltre devi sapere che il Golfo dei Poeti spesso è scelto dai turisti anche come punto di partenza per fare un’escursione nelle città d’arte della vicina Toscana. Se ti interessa farne una ti consigliamo di cliccare qui.

Sicuramente nel tuo soggiorno a Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti, vorrai assaporare anche gli ottimi prodotti culinari che questo borgo offre. Continua a leggere e scoprili insieme a noi!

Cosa mangiare a Portovenere: muscoli, pesce e ottimi dolci

Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti, è ricca di ristoranti di pesce che offrono ottimi piatti uniti ad un’atmosfera magnifica.

Nei menù troverai i tipici muscoli ripieni, ma anche le boghe in carpione (una ricetta che esalta questo pesce povero tipico del Golfo) il pesce fresco alla griglia e in forno, preceduti da squisiti primi piatti come il risotto o le linguine ai frutti di mare. Ti consigliamo di accompagnarli con un bicchiere di Cinque Terre DOC. Come fine pasto o come “souvenir” da portare a casa potreste prendere la “spungata”, un dolce semplice, cotto in forno, peculiare per il suo ripieno, una marmellata arricchita da frutta secca, miele, aromi e spezie.

Ora che conosci cosa mangiare, ma soprattutto cosa vedere a Portovenere, non puoi che inserirla nel tuo itinerario alla scoperta della Liguria.

Summary
Cosa vedere a Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti
Article Name
Cosa vedere a Portovenere, la perla del Golfo dei Poeti
Description
Vuoi fare un viaggio in Liguria, ma non sai quali luoghi visitare? Allora leggi e scopri cosa vedere a Portovenere e inseriscilo nel tuo itinerario
Author
Publisher Name
La Scimmia Viaggiatrice
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *