Cosa vedere a Vigevano, città ideale degli Sforza

Piazza Ducale-Torre del Bramante-porticato

Breve guida della città resa splendida da Ludovico il Moro

Cerchi un luogo elegante e ricco di storie interessanti? Allora abbiamo proprio la città che fa al caso tuo! Scopri insieme a noi cosa vedere a Vigevano, la città ideale degli Sforza.

Vigevano è una cittadina nel bel mezzo di quella porzione di territorio lombardo chiamata Lomellina. Per raggiungerla non si può fare ameno che attraversare lunghissime distese di risaie che durante l’estate offrono veramente un panorama molto suggestivo. Una volta arrivati in città ci si aspetterebbe di vedere immediatamente le bellezze rinascimentali lasciateci dai Duchi di Milano. Invece anche Vigevano ha subito, come tutte le città industriali uno sviluppo urbanistico, in alcuni casi selvaggio, che ne ha nascosto le antiche bellezze. Una cosa che però si nota subito è la presenza di moltissime biciclette e di piste ciclabili che ne fanno un luogo molto piacevole da visitare.

La breve guida alla scoperta di cosa vedere a Vigevano che ti consigliamo segue a grandi linee un filo storico ben preciso: la Vigevano ducale. La città infatti tra XIV e XVI secolo per volere dei Duchi di Milano, raggiunse il suo massimo splendore diventandone di fatto una seconda capitale. Prima dell’epoca ducale Vigevano era una piccolo borgo compreso nel territorio del perimetro delle mura del castello o poco di più. Della storia del borgo fino al Rinascimento infatti si hanno poche testimonianze, se non qualche ritrovamento di età Romana e Longobarda e la sua partecipazione alla seconda Lega Lombarda.

Dopo queste brevi informazioni storiche, è il momento di iniziare il nostro giro alla scoperta di cosa vedere a Vigevano!

Cosa vedere a Vigevano: Piazza Ducale

Un itinerario di cosa vedere a Vigevano non può che prendere l’avvio proprio da Piazza Ducale. Questa è considerata una delle piazze più belle d’Italia e d’Europa ed è uno degli esempi più importanti di architettura e urbanistica del Rinascimento Lombardo.

Fu costruita in due anni tra 1492 e 1494 per volere di Ludovico il Moro che la voleva come splendida anticamera del castello. Ludovico si affidò agli architetti di corte, tra cui spiccavano Donato Bramante e Leonardo Da Vinci. Quest’ultimo non si sa se abbia mai lavorato al progetto della piazza, ma ne disegnò i dettagli nel Manoscritto H come esempio mirabile d’arte ed architettura. La piazza infatti è una perfetta unione di elementi in armonia tra loro. Su tre dei lati è circondata da un bellissimo porticato formato da 84 colonne i cui capitelli sono diversi l’uno dall’altro. Sopra i palazzi sono decorati in stile rinascimentale e permettono con l’immaginazione di calarsi nell’atmosfera dell’epoca, quando lì c’erano le botteghe dei venditori di lana e seta.

Ora la Piazza Ducale è il “salotto buono” di Vigevano dove si affacciano lussuose boutique e locali rinomati in cui i vigevanesi amano ritrovarsi.

Cosa vedere a Vigevano: il Duomo

Una piacevole gita nella Vigevano ducale- Piazza Ducale- Duomo di Vigevano- Duomo di Sant'Ambrogio- facciata barocca
Piazza Ducale e Facciata del Duomo (Credit to Matteo Marongiu)

Il quarto lato della piazza è invece l’unico che non è legato al suo progetto rinascimentale. Esso è  occupato dalla scenografica facciata barocca del Duomo di Sant’Ambrogio, uno degli edifici più interessanti da vedere a Vigevano. La sua facciata concava si integra perfettamente nella struttura della piazza e fu voluta nel ‘600 dal Vescovo Caramuel. Il vescovo spagnolo infatti voleva che Piazza Ducale, da anticamera del Castello come la pensò Ludovico il Moro, divenisse anticamera del Duomo. Per completare la sua opera pensò inoltre di abbattere la grande rampa che collegava la piazza al castello, rendendolo così nascosto dai palazzi della piazza. L’interno del Duomo è molto decorato e presenta delle opere interessantissime di Bernardino Ferrari, uno dei pittori vigevanesi più famosi.

Cosa vedere a Vigevano: il Castello Visconteo-Sforzesco

Il nostro itinerario alla scoperta della Vigevano ducale continua con il Castello Visconteo-Sforzesco. Da Piazza Ducale, come abbiamo detto in precedenza è difficile scorgere la sagoma del Castello se non la Torre del Bramante. Sicuramente noterai che ha una grande somiglianza con la Torre del Filarete del Castello Sforzesco di Milano. Infatti nel restauro ottocentesco di quest’ultima, l’architetto prese spunto proprio dalla torre vigevanese per la sua ricostruzione. Essa è visitabile e offre una volta giunti sulla sua terrazza, una bellissima vista sulla città e sul territorio circostante.

Una volta superata la torre si scopre che il Castello è un immenso complesso di edifici collegati l’uno all’altro attorno ad un grande cortile.

 Castello Sforzesco- Cortile- maschio- Torri- alberi
Cortile e Maschio del Castello Visconteo-Sforzesco (Credit to Matteo Marongiu)

Il complesso infatti comprende:

  • la torre suddetta del Bramante;
  • tre grandi scuderie;
  • un atrio d’ingresso neogotico;
  • un loggiato detto falconiera;
  • un ponte con loggia aerea;
  • il maschio;
  • due edifici ottocenteschi tra il maschio e la torre;
  • la strada coperta;
  • la rocca vecchia con la cavallerizza;

Un consiglio che ti diamo è quello di seguire una visita guidata della struttura. Essa ti permetterà di scoprirne i segreti nascosti e di visitare gli ambienti più suggestivi, altrimenti non accessibili ai visitatori. Certamente rimarrai sbalordito nello scoprire i pochi segni rimasti delle decorazioni rinascimentali o nel vedere la bellezza architettonica della Scuderia di Ludovico il Moro.

Una piacevole gita nella Vigevano ducale- Scuderia di Ludovico il Moro- Interno- prospettiva- colonne- volte a crociera
Scuderia di Ludovico il Moro (Credit to Matteo Marongiu)

Camminerai anche lungo le strade sotterranee del castello e ammirerai i vari elementi delle fondamenta, comprese le antiche scuderie e la ghiacciaia. Ti meraviglierai, inoltre, di vedere la Strada Coperta del duca Luchino Visconti, le cui  straordinarie dimensioni la rendono un unicum nel suo genere.

Strada Coperta- prospettiva- travi di legno
Strada Coperta (Credit to Matteo Marongiu)

I Musei del Castello

Il Castello Visconteo-Sforzesco è anche il centro culturale della città; infatti ospita ben quattro musei che raccontano la storia di Vigevano sotto molti aspetti. Essi sono:

  • il Museo Archeologico Nazionale della Lomellina in cui sono conservati importantissimi reperti che raccontano la storia di questo territorio dalla Preistoria all’Alto Medioevo;
  • la Pinacoteca Civica che raccoglie opere in gran parte di artisti vigevanesi che coprono un’arco temporale che va dal XV secolo al XX secolo;
  • il Museo Internazionale della Calzatura in cui sono raccolti raccogliere calzature storiche, documenti, cimeli, oggetti di vario genere legati al mondo della calzatura. Nella collezione è presente la pianella di Beatrice D’Este, moglie del duca Ludovico il Moro, ritrovata in prossimità dei suoi alloggi nel Castello;
  • la Leonardiana, un museo unico nel suo genere che vuole celebrare il genio di Leonardo che tanto contribuì allo sviluppo del vigevanese. L’allestimento si ripercorre tutta l’opera, ampia ed eterogenea, del genio toscano. Con l’ausilio della tecnologia più avanzata in ambito culturale, infatti, il visitatore può ammirare i disegni e i suoi dipinti fino ai minimi particolari.

Cosa vedere a Vigevano: la Chiesa di San Pietro Martire

L’ultimo luogo che ti consigliamo di vedere a Vigevano è la Chiesa di San Pietro Martire. L’edificio sorge a pochi metri dalle mura del Castello e per questo era frequentata in epoca rinascimentale dalla corte ducale. Durante la visita guidata al Castello la guida ti farà scoprire il passaggio che utilizzavano i Duchi per recarsi a messa senza essere disturbati dalla gente comune. La chiesa si presenta all’esterno come un tipico esempio di gotico lombardo a cui si aggiunge un particolare campanile ottagonale. All’interno invece troverete una decorazione molto suggestiva in stile neo-gotico realizzata nell’800 che ha coperto però degli affreschi rinascimentali. Ciò impedisce di ammirare le opere  che decoravano la chiesa al tempo dei Duchi di Milano.

Una piacevole gita nella Vigevano ducale- Chiesa di San Pietro Martire- Mattoni a vista- rosone- gotico lombardo-campanile ottagonale
Chiesa di San Pietro Martire (Credit to Matteo Marongiu)

Certamente una visita di Vigevano non può essere completa senza l’assaggio dei piatti tipici della zona. Continua a leggere e scoprili insieme a noi.

I piatti tipici di Vigevano

Vigevano è molto legata alla sua storia e anche in cucina la tradizione la fa da padrone. Stranamente inizieremo dai dolci che anche qui hanno come protagonisti il Rinascimento: infatti due dolci sono dedicati a Ludovico il Moro e a Bramante. Il primo è il Dolceriso del Moro, una gustosa torta dal guscio di pastafrolla con ripieno di riso, latte canditi, mandorle e acqua di rosa. La storia dice che sia stata proprio la moglie Beatrice d’Este a inventarla e a dedicarla al marito. I secondi sono i Bramantini, dei prelibati frollini al limone che hanno in rilievo la Torre del Bramente, simbolo della città.

Come Ti abbiamo accennato in precedenza la zona di Piazza Ducale è ricchissima di eleganti ristoranti che possono soddisfare la vostra voglia di piatti tipici. Dagli antipasti tipici come il salame d’oca e il carpione di pesce, ai numeri risotti non potrai che avere l’imbarazzo della scelta. Anche la scelta del vino non sarà semplicissima, ma qui potremmo darti un suggerimento: il Pinot Grigio dell’Oltre Pavese DOC. Questo vino fresco e molto gradevole non ti lascerà deluso.

Ora non vi resta che scoprire con i vostri occhi i luoghi da vedere a Vigevano.

P.s. se ti interessano altre interessanti attività e visite guidate in Lombardia clicca qui!

Summary
Cosa vedere a Vigevano, la città ideale degli Sforza
Article Name
Cosa vedere a Vigevano, la città ideale degli Sforza
Description
Cerchi un luogo elegante e ricco di storie interessanti? Allora abbiamo proprio la città che fa al caso tuo! Scopri insieme a noi cosa vedere a Vigevano, la città ideale degli Sforza.
Author
Publisher Name
La Scimmia Viaggiatrice
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *