Il Fantasma della Sora Laura

Fantasma della Sora Laura- Illustrazione-Milo Manara- Cortigiana-Fazzoletto

La leggenda dello spirito che infesterebbe Palazzo Vitelli alla Cannoniera

Quando visiti Città di Castello, sicuramente una tappa fondamentale è il bellissimo Palazzo Vitelli alla Cannoniera. Il palazzo è noto per ospitare la ricchissima collezione della Pinacoteca Civica, ma anche per essere abitato dal Fantasma della Sora Laura. Vuoi saperne di più? Allora continua a leggere!

 

La storia del Fantasma della Sora Laura, la cortigiana di Alessandro Vitelli

La storia inizia con la costruzione del Palazzo Vitelli alla Cannoniera da parte del condottiero tifernate Alessandro Vitelli in occasione delle sue nozze con Angela De Rossi, nobildonna parmense. La felicità del loro matrimonio durò poco, poiché Alessandro era noto all’epoca per essere un vero donnaiolo. Egli, infatti, si trovò ben presto una giovanissima e avvenente amante, forse una cortigiana o addirittura una gitana boema, di nome Laura, che con il passare del tempo venne ribattezzata dagli abitanti di Città di Castello con il nome di “Sora Laura”. Alessandro fece quindi trasferire con una scusa la moglie nell’altro palazzo di famiglia (Palazzo Vitelli a San Giacomo), così da poter godere della piacevole compagnia dell’umile ragazza, senza il pericolo di essere scoperto dalla gelosissima moglie.

Laura, innamoratissima, ogni giorno attendeva fedelmente il ritorno a casa del suo amore nella solitudine del grande palazzo. Egli, infatti, da grande condottiero qual’era, era spesso impegnato in lunghe campagne militari che lo portavano in giro per l’Europa anche per molti mesi. La giovane, quindi, impiegava il tempo ricamando fazzoletti impreziositi da merletti, finché una sera passò sotto la finestra della sua stanza un giovane cavaliere. Laura, presa dalla sua avvenenza, decise di far cadere un fazzoletto. Il ragazzo lo raccolse, alzò lo sguardo e vide la bellissima cortigiana che lo invitò a riportarglielo a palazzo.

Fantasma della Sora Laura-Finestra-Palazzo Vitelli alla Cannoniera- Graffiti-Galleria- Semper
Finestra da dove si affacciava la Sora Laura (Credit to Matteo Marongiu)

Il terribile trabocchetto di Laura

Il loro primo incontro fu fugace e passionale, reso ancora più eccitante dalla consapevolezza di star facendo qualcosa di proibito. Col passare del tempo, però, la donna ebbe paura che qualcuno o Alessandro Vitelli si accorgesse della sua storia clandestina. Così architettò un modo per sbarazzarsi del giovane, facendolo scappare al rientro del condottiero attraverso una botola che nascondeva un terribile e mortale trabocchetto piemo di lame taglienti. Il giovane, preso dal timore di essere scoperto, senza esitare si lasciò cadere, ma, ignaro della trappola, trovò al posto della fuga una terribile morte.

Negli anni, però, Laura non smetteva di avere il desiderio di avere nuovi amanti, che inevitabilmente facevano una brutta fine. Quel cavaliere, infatti, fu solo il primo di una lunga serie di giovani ragazzi che sparirono a Città di Castello e zone limitrofe in quegli anni.

Ti chiederai: “Ma allora perché il palazzo è abitato dal fantasma della Sora Laura e non da quello dei suoi amanti?” Beh, anche lei non ha fatto una bella fine!

La leggenda infatti racconta che la moglie di Vitelli, presa dall’odio e dalla gelosia per l’amante del marito, assoldò un sicario e la fece uccidere. Da allora si dice che il Fantasma di Laura vaghi per le sale di Palazzo Vitelli della Cannoniera, tormentata dal rimorso per i suoi delitti, alla ricerca perenne di un perdono che non le sarà mai concesso.

Penserai che di storie come questa ce ne siano migliaia, ma le prove? Continua a leggere l’articolo e le scoprirai!

Le indagini scientifiche sul Fantasma della Sora Laura

Nell’ aprile del 2012, un’equipe guidata Daniele Gullà ha effettuato rilevazioni fotometriche e monitoraggi acustici: la squadra tecnica registrò suoni, immagini e in  una sequenza di tre scatti, in banda ultravioletta e infrarossi in cui viene immortalata un’ombra che ricorderebbe una figura femminile in abiti rinascimentali. Un’interessante intervista a Daniele Gullà sulla sua ricerca la potete trovare in questo video. Certo non è molto, ma per chi ci vuole credere è abbastanza.

Ora non ti resta che visitare Palazzo Vitelli alla Cannoniera, magari anche tu avrai la possibilità di incontrare il Fantasma della Sora Laura.

 

Summary
Il Fantasma della Sora Laura
Article Name
Il Fantasma della Sora Laura
Description
Quando visiti Città di Castello, sicuramente una tappa fondamentale è il bellissimo Palazzo Vitelli alla Cannoniera. Il palazzo è noto per ospitare la ricchissima collezione della Pinacoteca Civica, ma anche per essere abitato dal Fantasma della Sora Laura. Vuoi saperne di più? Allora continua a leggere!
Author
Publisher Name
La Scimmia Viaggiatrice
Publisher Logo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *